Claviere

Migranti, intervento attivisti a messa

Un gruppo di attivisti 'no border' è intervenuto oggi durante la messa nella cattedrale di Susa in segno di solidarietà con Chez Jesus, il locale di una parrocchia a Claviere diventato un rifugio per migranti e sgomberato dalle forze dell'ordine mercoledì scorso. "Siamo qua - è il testo di un intervento letto e distribuito in chiesa - perché il vescovo di Susa, Alfonso Badini Confalonieri, è responsabile". Secondo gli attivisti, la prefettura ha preparato l'intervento insieme alla Chiesa, che si è "pulita la faccia" con l'apertura di un centro di accoglienza che però si trova a Oulx, 15 km di distanza dalla frontiera, "lontano dai sentieri che ogni notte vengono attraversati da tanti che vogliono andare in Francia", "in una struttura affittata ai salesiani" e "gestita da due associazioni legate alla chiesa". "La solidarietà e la rabbia verso questo assurdo sistema che seleziona e uccide - è la conclusione - sono stati la nostra arma quotidiana e non sarà uno sgombero a farci cambiare idea".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie